Ikea e la domotica low cost

Ikea è da sempre il brand low cost di arredamento più conosciuto al mondo. E non solo perchè è low cost ma perchè da anni è in grado di leggere i bisogni che le persone hanno all’interno delle proprie case, coniugando delle soluzioni pratiche, necessarie e soprattutto molto cool.

Agli Innovation by Design Awards di quest’anno è stato uno dei 299 brand premiati sui 2.500 che hanno partecipato. Ikea infatti sta esplorando un nuovo ambito dell’arredamento: quello tech. In particolare il premio ricevuto è stato per il sistema di smart lighting.

La domotica da qualche tempo ormai ha pervaso le nostre case e quasi tutto sembra essere connesso anche all’interno delle nostre abitazioni. La tecnologia però sembra sempre molto complicata da far entrare dalla porta principale: il costo dei sistemi che ci permette di rendere le nostre case intelligenti è ancora abbastanza alto e soprattutto l’installazione non sembra alla portata di chi al massimo può accendere un computer ma che si trova già in difficoltà quando lo stesso computer gli chiede se vuole fare l’aggiornamento.

È proprio per questo che Ikea sta facendo la differenza tra i sistemi di smart living. Come per tutti gli altri suoi prodotti infatti, anche lo smart lighting è semplice (in questo caso anche da montare) e costa poco.

PH141912-ed
Photo@Ikea

Il sistema si articola con una serie di lampadine e pannelli che possono essere controllati da remoto. I bulb sono dimmerabili e cambiano il tipo di luce mettendo a disposizione una adatta a concentrarsi, una per il giorno e una per la sera.

Ovviamente può essere tutto controllato da un’app, ma visto che siamo sempre stati abituati ad utilizzare un interruttore fisico, Ikea ha deciso di creare dei controller per aiutarci a mantenere le abitudini gestuali che fanno parte della nostra vita.

Ce ne sono 3 tipi, ognuno con le funzioni specifiche per le azioni che può compiere il tipo di sistema di illuminazione che abbiamo scelto. Un controller, quello base, permette di accendere e spegnere le lampadine e regolarne il calore della luce.

Il secondo controller, più avanzato, regola la dimmerabilità con un gesto semplicissimo di rotazione. (Qui trovate il video per capire come funziona e realizzare che è una priorità assoluta della vostra vita e delle vostre relazioni amorose).

Il terzo controller non è regolato direttamente dal padrone di casa ma è un sensore che può essere applicato al sistema di illuminazione in modo che sia in grado di rilevare la presenza umana e accendersi al vostro passaggio. Per esempio, se la notte avete sete e andate in cucina, la luce si accenderà automaticamente con il settaggio che voi gli avete dato. Questo vuol dire niente cecità temporanea nel momento in cui la luce si accende e niente mignoli distrutti dagli spigoli dei mobili.

Il sistema di illuminazione smart Ikea rende la casa super all’avanguardia facendoci sembrare dei cultori dell’arredamento e della tecnologia applicata e rimane assolutamente nella media dei loro prezzi, cioè accessibile a tutti. Ikea, come al solito ci illumini la vita!

Photo@Joe McNamara