Digital Marketing, i trend 2017 da tenere sott’occhio

L’anno che si è appena chiuso è stato molto interessante dal punto di vista del digital marketing. Tra la novità dei chatbot, l’arrivo sul mercato della realtà virtuale nelle forme e nei visori più disparati, lo sviluppo delle intelligenze artificiali, la crescita dell’Internet of Things e una costante introduzione di nuove feature nelle piattaforme social più popolari, le aziende hanno avuto ancora più possibilità di coinvolgere i loro pubblici attraverso modalità di comunicazione sempre più originali e ingaggianti. L’inizio dell’anno è il momento giusto per guardare ai prossimi mesi e cercare di capire quali saranno le tendenze e gli ambiti più interessanti nel digital nel corso del 2017. Ecco quelli da tenere sott’occhio.

L’importanza delle Custom Audience

Ad oggi, tutte le maggiori piattaforme social supportano le Custom Audience, i pubblici target altamente rilevanti per l’impresa realizzati attraverso diverse tecniche (importazione dei database delle mail dei clienti, utilizzo di pixel di remarketing, selezione di utenti che hanno maggiormente interagito con i contenuti passati). Questa tendenza, unita all’ormai noto declino del reach organico su Facebook (da tempo un vero e proprio paid media), rende fondamentale per le imprese adottare strumenti di questo tipo e orientarsi verso comunicazioni sempre più personalizzate, per non trovarsi anche nel 2017 ad andare alla cieca nelle loro campagne di social adv senza focalizzarsi sulle persone realmente rilevanti per il loro business.

“CONTENT IS KING” ma la qualità batte la quantità

Nonostante in quest’epoca ogni impresa abbia la possibilità di comunicare con i suoi pubblici attraverso canali gestiti direttamente (social media) o proprietari (sito web) i Brand NON sono media company, né testate di informazione. La strategia editoriale deve essere sempre funzionale agli obiettivi complessivi dell’organizzazione, non vice versa. È bene quindi concentrarsi sulla pubblicazione di contenuti con un ritmo e una complessità di elaborazione adatti ai propri obiettivi di comunicazione, senza farsi prendere dalla foga della produzione a tutti i costi. Considerando il crescente overload informativo in cui le persone vivono ogni giorno, creare meno contenuti ma di qualità e rilevanti per il target dovrà essere un imperativo per il 2017, pena un inutile spreco di risorse.

La crescita di Instagram

Il 2016 è stato un anno molto importante per Instagram. Nel corso degli scorsi mesi, la piattaforma è cresciuta molto in termini di funzionalità, introducendo prima le Instagram Stories e poi i Live Video. La direzione presa da Instagram è abbastanza chiara, diventare il punto di riferimento social di milliennials e teenager  e cercare di ridimensionare la crescita di Snapchat. Considerando che Instagram è ormai una delle nuove frontiere dell’adv targata Facebook, che nel social fotografico sta trovando nuovi modi per mantenere altissime le sue revenue pubblicitarie, i Brand si orienteranno sempre di più verso l’utilizzo di questo social, sia per campagne di social adv altamente targettizzate, sia per iniziative di influencer marketing.

Video, video, video

Che i video fossero uno dei contenuti più di successo su Facebook era ormai chiaro da tempo, e negli ultimi mesi ci sono state diverse novità.  I video a 360 gradi (fruibili anche attraverso visori di realtà virtuale) e la sempre maggiore diffusione dei Live Video, sono elementi che i Brand dovranno tenere in seria considerazione nelle loro Content Strategy per il 2017. Facebook sta inoltre sperimentando l’introduzione di adv nei video live, quindi attardarsi ad abbracciare queste novità potrebbe rivelarsi un grave errore.

Sempre più chatbot

Se dovessimo scegliere una keyword per il 2016 in ambito digital sarebbe senza dubbio “chatbot”. Dall’introduzione di questa novità su Facebook Messenger, tantissime aziende hanno cominciato ad esplorare questo mondo creando assistenti virtuali più o meno utili agli utenti. La verità è che siamo ancora nella fase iniziale di una tecnologia che, per quanto promettente, è ancora acerba. Lo sviluppo degli algoritmi di intelligenza artificiale che sono alla base di questi sistemi, però, prosegue in maniera costante, e il 2017 potrebbe rappresentare un anno di svolta per l’intero settore, con chatbot più evoluti e smart che accompagneranno l’utente dall’acquisto di un prodotto fino all’assistenza in caso di problemi.

Il 2017 si preannuncia come un anno pieno di stimoli e interessanti novità per il mondo del digital marketing e non vediamo l’ora di raccontarvelo! Buon anno!

Immagine: Fornasetti ‘occhio’ Tray.