Può una t-shirt sostituire AdSense?

Update: le maglie da donna e uomo sono finalmente disponibili. Per info clicca qui.

Il 4 febbraio 2011 andava online Republic+Queen. Gli affezionati della prima ora lo ricorderanno molto diverso e non solo perché si sono succeduti un paio di pesanti restyling grafici, ma soprattutto perché hanno imparato a conoscere tutti e 24 blogger che mi hanno accompagnato nella scrittura dei 320 post pubblicati e – spero – nei futuri.

Nel tempo avrete capito che non ci occupiamo di news dell’ultima ora, tanti lo fanno già benissimo, ma cerchiamo di dare un punto di vista, un’opinione e proviamo a farvi scoprire nuove tendenze del mondo digital. Ogni sei mesi circa approfondiamo un tema con un ebook gratuito e ad oggi ne avete scaricati oltre 8.000.

Un anno fa siamo diventati partner di Liquida e siamo felici perché condividiamo l’intento di far crescere la blogosfera italiana. Allo stesso tempo abbiamo deciso di inserire AdSense per coprire le spese di manutenzione [principalmente dominio, host, grafica e sviluppo], ma a distanza di un anno possiamo affermare che in un sito di nicchia come questo non ha senso riporre troppa fiducia nei banner pubblicitari marchiati Google, in termini economici, estetici e di user experience.

A distanza di un anno quindi toglieremo tutta la pubblicità AdSense e sperimenteremo un modello di finanziamento diverso: inizieremo a produrre e vendere t-shirt.

Cosa abbiamo in mente? Diciamo che sarà un “progetto di senso“, termine tanto caro a Camillo De Tullio [e speriamo di non averne abusato], che è ben rappresentato dal claim della campagna “Get out and Make” che parte da una sfida: uscire dal web portandoci dietro il nostro “essere nel web”.

“Esci e fai”, come hanno fatto, e stanno facendo, tante persone che mettono energie e conoscenze al servizio degli altri, al nostro servizio. Uomini e donne che ci sentiamo profondamente nostri e che in un modo o nell’altro crediamo abbiano contribuito ad una rivoluzione culturale, digitale e perfino nostra personale. Li abbiamo interprerati e reinterpretati in chiave ironica e surreale dando libero sfogo alla creatività. Si, ma saranno belle? Certo che si :)

Per ora è tutto, continuate a leggerci per seguire l’evoluzione del progetto.

  • Mi piace molto la filosofia del “uscire dal web portandoci dietro il nostro “essere nel web”. In bocca al lupo e non ci rimane che aspettare le t-shirt – sicuramente saranno bellissime. ;)

  • #Daje