La Social Tv sta arrivando. Cosa ne sai?

Social TV, un termine relativamente nuovo per intendere qualcosa a cui siamo abituati da sempre come la condivisione di emozioni con amici appassionati di uno stesso film durante serate passate davanti alla televisione.

Ultimamente i “gruppi di ascolto”, radio prima e televisione dopo, resistono sempre meno ma il bisogno di scambiarci opinioni resta ancora forte. Così quando non riusciamo ad organizzarci con amici reali viene in nostro soccorso la tecnologia che ci offre un’esperienza di condivisione virtuale.

Twitter è il social network che più si presta ad avere un interazione in tempo reale e spesso viene utilizzato per commentare eventi televisivi. Senza scomodare il Super Bowl [#sb45], anche l’Italia ha avuto il suo momento di gloria in occasione del Festival di Sanremo [#sanremo] e il suo hashtag ha scalato in poche ore le classifiche mondiali.

Per chi ieri sera si è collegato a Twitter, sulla timeline andava in scena tutto un altro Festival. Ancora doveva finire la sigla iniziale della 61° edizione di Sanremo che già centinaia di tweet piovevano sulla pagina web. L’hashtag con il nome della città dell’Ariston in pochi minuti ha scalato le classifiche internazionali, finendo tra i trend topic worldwide più utilizzati, non solo in Italia. Tanto che gli americani hanno iniziato a chiedersi di cosa si trattasse, nei blog e indagando i motori di ricerca.

Il Sole 24 Ore del 16 febbraio 2011

Con il boom degli smartphone negli ultimi mesi stanno raggiungendo una certa popolarità alcune applicazioni come Miso, che permette di fare “check-in” di programmi o film, o anche Clicker, Philo e GetGlue, app meno conosciute in Italia che consentono di trovare quali contenuti è possibile vedere online, sapere cosa stanno guardando i nostri amici e scambiarci opinioni in tempo reale.

Detto ciò innovazioni consistenti stanno arrivando a ritmo costante da quando Microsoft ha presentato Windows Media Center, Apple ha messo sul mercato la sua Apple TV e Google ha lanciato Google TV. Investimenti importanti per rendere la televisione sempre più un media center e la nostra esperienza televisiva più coinvolgente.
E’ proprio il caso di dire “stiamo a guardare” quello che succede.

.

  • Anonimo

    si è vero, twitter si presta molto ieri sera guardavo Ballarò usando l’hybrid BLOBbox e contemporaneamente potevo leggere e scrivere i tweet direttamente in TV :D

    • Wow Mauro stai avantissimo con il digitale terrestre connesso ad internet :)