Social Network tematici: la community a portata di Brand

Dall’uscita del primo Social Network, Six Degrees nel 1997, sono ormai passati molti anni e gli utenti di Internet si sono abituati a una vasta scelta di queste piattaforme. Al di là dei Social più tradizionali come Facebook e Twitter sono comparsi anche tipologie di strumenti estremamente verticali. Ma qual è il modo migliore per comprendere il valore aggiunto di questi strumenti in una strategia di Social Media Marketing?

Ve lo spiego portando come esempio Fubles, uno strumento che porta il calcio nel mondo social. Questa piattaforma permette a chi si iscrive gratuitamente di controllare se nella sua zona sono in programma partite di calcio e calcetto create da altri utenti e, se vi sono posti disponibili, di partecipare alla partita e si crea un forte engagement grazie alle votazioni che i giocatori danno agli altri partecipanti all’incontro.
In questa community basata sul calcio si aprono numerose conversazioni su tematiche quali “che tipo di scarpe usi?”, “dove hai comprato quella maglia?”, “hai guardato la UEFA?”, etc.

In questo caso un’azienda che si occupa di sport o di calcio troverebbe un ambiente favorevole per farsi conoscere e per migliorare la visibilità del proprio Brand. Infatti tutti i partecipanti a questo Social Network sono altamente qualificati e recettivi alle comunicazioni che riguardo le discipline sportive e calcistiche.

Come Fubles esistono numerose altre piattaforme tematiche in cui le passioni trovano una serie di persone pronte a dialogare e a confrontarsi. E se la community è già pronta, varrebbe la pena comunicare il proprio Brand?