Dalla massa al singolo: come cambia il marketing di successo

Un articolo di Seth Godin qualche tempo fa poneva ai lettori quella che può sembrare una domanda banale, con risposta altrettanto semplice, che tuttavia ribalta il senso comune del marketing, online e offline. Ve la propongo: esige una risposta istintiva e immediata.

Ipotizziamo che ci siano cento persone in una stanza per una conferenza. Come vi rapportate a loro?

1) Restate seduti sul retro, ascoltate, imparate.

2) Trovate il modo di salire sul palco per fare una stupenda presentazione che strappa gli applausi di tutti e fa in modo che ciascuna di quelle persone voglia avere a che fare con voi.

3) Organizzate uno stand nella hall che coinvolge ed entusiasma a sufficienza 12 di quelle persone, che poi vanno a parlarne con i loro amici, mentre 2 appaiono infastidite e le altre vi ignorano.

4) Fornite un servizio all’uscita (biscotti, succo, acqua) che moltissimi apprezzeranno, ma pochi ricorderanno davvero.

La maggior parte delle persone comuni sceglie la seconda strada, gli esperti di marketing di norma prendono la prima o la quarta, ma è solo la terza che, in effetti, fornisce una reale possibilità di rendere popolare un prodotto o un servizio, non dipende dalla possibilità di salire o no sul palco e consente di creare un passaparola tra le persone che sono realmente interessate a quello che offrite.

In un mercato sempre più sommerso di siti generalisti, di offerte commerciali onnipresenti e di sconti e promozioni su qualunque bene o servizio, parlare alla massa può essere efficace unicamente per colossi come Google, Apple o Samsung, soggetti che sono forse lo 0.01% della realtà commerciale, mentre per tutti gli altri il futuro, anzi il presente è nella differenziazione sempre maggiore e, soprattutto, nell’andare incontro alle esigenze dei singoli.

Il mercato di massa è ormai giunto al suo termine e, di certo, c’è ben poco spazio per l’ennesimo brand onnicomprensivo: è molto più probabile che riusciate a fare bene il vostro lavoro andando incontro e soddisfacendo gli interessi e le necessità di pochi, invece che deliziare per brevi attimi le masse.