Come scegliere il social che fa per te?

Aderire ad un social network per promuovere se stessi o i propri prodotti non significa solamente iscriversi e iniziare a trasmettere i propri pensieri a casaccio, significa soprattutto stabilire degli obiettivi e una buona strategia.

I social network sono differenti fra loro, un po’ come i programmi televisivi: partecipare ad un talk show o ad un programma scientifico è nettamente diverso ed è impensabile utilizzare lo stesso linguaggio e lo stesso taglio per trasmettere i propri contenuti.

Ogni social network ha alcune caratteristiche e per utilizzarlo nel modo giusto e trarne dei vantaggi è necessario in primo luogo conoscere ciò che lo caratterizza.

Facebook può essere considerato il più generalista, simile ad un talk show, nel quale veicolare contenuti differenti in maniera molto informale. Tra i social network è anche quello più “personale” in cui poter raccontare i fatti propri senza risultare fuori luogo. Se lo utilizziamo per scopi aziendali, la promozione di un marchio o di un prodotto, teniamo sempre presente i nostri obiettivi: dobbiamo trasmettere il carattere del nostro marchio, non il nostro, quindi poco importa quello che pensiamo noi, è necessario focalizzarsi su quali sono le caratteristiche del nostro marchio/prodotto e trasmettere dei contenuti interessanti per i nostri utenti.

LinkedIn è il social network dedicato al lavoro e alla crescita professionale, potremmo assimilarlo ad un programma economico, è perciò necessario scegliere un registro più serio e professionale. La forza di LinkedIn è quella di generare dialogo e scambio di informazioni attraverso le discussioni, utilizziamo perciò questo strumento sempre con tono e stile adeguati. Stimoliamo la discussione su temi che ci interessano: potremmo così confrontarci con persone del nostro stesso settore e ampliare la nostra visione, ma anche raccogliere informazioni sui nostri potenziali clienti (gusti, attitudini, ecc.).

Twitter è il più “breve” tra i social network e potremmo identificarlo con le Flash News. Con i suoi 140 caratteri ci obbliga alla concisione e alla velocità. Utilizziamolo per lanciare i post del nostro blog, nuove sezioni del sito, campagne promozionali, ma anche per “regalare” agli utenti informazioni utili e contenuti interessanti. Twitter è anche un ottimo strumento per fornire assistenza in real time e far sentire il nostro cliente sempre seguito, anche quando c’è qualche problema.

Friendfeed è uno dei social network che ancora si possono definire di nicchia, anche se non è legato ad un argomento o ad una community ben definita. Potremmo paragonarlo, soprattutto per geolocalizzazione, ad un talk show di una qualche emittente locale con un discreto raggio di copertura. Molto diffuso soprattutto fra i geek e gli operatori della rete, Friendfeed è un ottimo aggregatore di informazioni proveniente dai nostri profili social, e allo stesso tempo una fonte inesauribile di discussione. Per la promozione di un marchio o di un prodotto permette innanzitutto di rivolgersi ad un pubblico influente (blogger e assidui frequentatori della rete), in secondo luogo è strategico per presentare se stessi o il proprio marchio nelle discussioni appropriate. Su Friendfeed, infatti, sono all’ordine del giorno discussioni su quale banca scegliere, quale compagnia telefonica è la più economica, quale tablet è più innovativo: inserirsi in queste discussioni, soprattutto per chi si occupa di prodotti/servizi legati al mondo tecnologico, può essere davvero molto interessante.

.

  • Vittorio Renna

    Riguardo google+?

    • A breve un nuovo post con l’evoluzione del mondo social..qui parliamo ancora di Frienfeed ;)