#RitornoAlFuturoDay: il Real Time Marketing in Italia

Se lo scorso 21 ottobre vi è capitato di vedere in giro una strana macchina volante che emetteva bagliori lasciando strisce di fuoco nell’aria, per poi scomparire nel nulla, non preoccupatevi, era solo l’attesa capatina nel futuro di Marty McFly, direttamente dal 1985.
Mercoledì scorso, infatti, è stata la fatidica data in cui il protagonista di Ritorno al futuro arriva in un ipotetico 2015 fatto di ologrammi, hoverboard e scarpe autoallaccianti.

Per i Brand attivi sui social media, questa ricorrenza ha rappresentato una ghiotta occasione per ottenere visibilità extra cavalcando un trend estremamente popolare, attraverso contenuti studiati ad hoc. Anche in Italia molte aziende hanno voluto salire sul treno del Real Time Marketing per celebrare Marty e Doc, con risultati più o meno riusciti. Vediamo i casi più eclatanti.

A battere tutti sul tempo è stata Toyota Italia, che con il Trending Topic sponsorizzato #RitonoAlFuturoDay ha aperto le danze su Twitter già dal 19 ottobre:

Acquistare addirittura il Trending Topic relativo alle celebrazioni potrebbe sembrare eccessivo, ma questa mossa è coerente con la campagna lanciata dalla sede statunitense dell’azienda. Per promuovere le sue auto Mirai dotate di celle a combustibile idrogeno, una delle tecnologie futuribili rappresentate nei film, Toyota US ha riunito i protagonisti della trilogia, Michael J. Fox e Christopher Lloyd, in un divertente video in cui i due attori passano in rassegna le tecnologie immaginate nel 1985 ed oggi effettivamente realizzate, tra cui spicca proprio quella delle celle a combustibile idrogeno.Toyota ha quindi sfruttato la sua tecnologia, derivante da ventennali progetti di ricerca e sviluppo, anche a livello comunicativo, riuscendo a cavalcare la popolarità di una delle trilogie più amate di sempre in modo brillante e coerente con il Brand. Uno dei tweet di Toyota ha infine dato il via a un piccolo botta e risposta con Smart, azienda sempre pronta a “provocare” i concorrenti a suon di umorismo e grafiche personalizzate.

Altri Brand, pur non arrivando ai livelli di investimento di Toyota, sono riusciti a sfruttare il trend in modo sensato e accattivante, richiamando nei loro post oggetti o situazioni iconiche dei film. È il caso di Sisal Matchpoint, che con il suo post su Facebook ha ripreso uno degli elementi chiave del secondo film, ovvero la previsione di vittoria delle World Series di baseball da parte dei Chicago Cubs, che ispira Marty a riportare indietro dal futuro il famoso almanacco sportivo.

Interessante e originale l’approccio di Lonely Planet Italia che, giocando sul senso di spaesamento provato da Marty appena arrivato nel futuro, ha lanciato una finta guida turistica di Hill Valley. Il link porta ad un post che, rievocando le epoche storiche rappresentate nei film, propone un viaggio tra le migliori mete turistiche legate a quei periodi, per rivivere di persona le atmosfere e i fermenti culturali delle quattro ambientazioni della trilogia (vecchio West, gli anni Cinquanta, gli anni Ottanta e il futuro, o meglio, il presente).

Passiamo ora ai casi meno ispirati. Giocare sull’hoverboard, oggetto simbolo della trilogia, è stata la scelta di Barilla e Plasmon. Nei loro post, però, si sente molto la mancanza di una connessione forte tra il Brand e il tema trattato, elemento che fa apparire questi contenuti un po’ forzati, figli della volontà di dover cavalcare a tutti i costi un trend troppo ghiotto per essere ignorato. 

Il 21 ottobre 2015 è arrivato! Pronti per un giro in hoverboard? #RitornoAlFuturoDay

Posted by Barilla on Mercoledì 21 ottobre 2015

21.10.2015 Che sia un hoverboard o un biscotto, nel futuro noi ci siamo! #BTTF #BTTFDAY

Posted by Biscotti Plasmon on Mercoledì 21 ottobre 2015

Stesso discorso vale per due aziende simbolo del mondo dei fast food come McDonald’s e KFC, che hanno scelto una strada curiosamente molto simile per celebrare Ritorno al Futuro.

Dopo oggi il ritorno al futuro sarà al passato. Pensate al domani: Bucket to the future. #Ritornoalfuturoday

Posted by KFC on Mercoledì 21 ottobre 2015

Noi la macchina del tempo ce l’abbiamo nel menu. #BackToTheFutureDay

Posted by McDonald’s on Mercoledì 21 ottobre 2015

Chiudiamo questa piccola carrellata con due aziende che forse avrebbero fatto meglio a lasciar passare questa data sotto silenzio, Tim Impresa Semplice e Groupon

Metti DOC in Nuvola It Data Space…a prova di Futuro! http://tim-is.it/BTTFfb #RitornoAlFuturoDay #BTTF

Posted by TIM Impresa Semplice on Mercoledì 21 ottobre 2015

Ci siamo! È il 21 ottobre 2015! Alle 16:29 arriva la DeLorean di Marty e Doc!La “nostra” DeLorean invece è settata per il 26.10.2015 ore 9:00!#BacktothefutureDay #Spoiler #CampagnaAmici #Groupon #StayTuned

Posted by Groupon on Mercoledì 21 ottobre 2015

Questi sono solo alcuni dei molti post che i Brand hanno pubblicato per celebrare la ricorrenza, basta una semplice ricerca sui social con gli hashtag #RitornoAlFuturoDay e #BTTFDAY per capire la portata del fenomeno.

Come in tutte le occasioni di Real Time Marketing (in questo caso però ampiamente pianificabile in anticipo) molte aziende si sono sentite in dovere di pubblicare un contenuto solo per cavalcare tempestivamente un trend popolare, senza preoccuparsi troppo di trovare un senso a quello che si stava facendo e una connessione forte tra i Brand e l’universo immaginario celebrato. Magari per la prossima volta?