Promuovere un libro sull’infertilità femminile [CASE HISTORY]

Avevamo 6 settimane per supportare la promozione online de “Le Difettose” romanzo d’esordio di Eleonora Mazzoni, attrice di teatro, cinema e tv, edito da Einaudi. Un libro semi-autobiografico sull’infertilità femminile, sulla ricerca “disperata” di un figlio, argomento trattato in maniera ironica e drammatica allo stesso tempo.

Gli obiettivi del progetto erano quelli di fare buzz, informare le community esistenti, stimolare curiosità e conversazioni sul tema dell’infertilità.

A supporto di ciò la prima cosa è stata la creazione di un sito su cui far convergere gli utenti interessati, www.ledifettose.it in cui sono presenti tra le altre cose:

Area autrice con biografia, curriculum e fotografie dell’autrice, scaricabili anche attraverso un PressKit dell’autrice;
Area Romanzo con trama, copertina e quarta, anche questi scaricabili attraverso un PressKit del romanzo;
Download dei primi due capitoli del libro, gratuitamente con Pay With A Tweet;
Rassegna Stampa aggiornata del Cartaceo, Online, Radio & Tv.

Lato buzz è stata fatta una analisi di quali potessero essere le realtà di siti, blog e forum interessati all’argomento cercando in primis tra quelli che si occupano di infertilità, donne, mamme, in un secondo momento ci si è rivolti a realtà legate a temi letterari.

Ad oggi sono stati contattati 44 tra siti e blog attraverso mail dirette e personalizzate. Tutti coloro che hanno risposto con interesse sono stati ricontattati ricevendo kit dedicati e finalizzati a recensioni ed interviste. I risultati [ancora in divenire]?
22 post originali di recensioni e/o approfondimenti web;
6 interviste tra l’autrice Eleonora Mazzoni e gli autori dei blog/siti;
1 videointervista con approfondimento sul tema infertilità e le problematiche in Italia;
Inoltre, dal monitoraggio della rete sono stati individuati numerosi dibattiti e recensioni, principalmente su forum di settore.

All’autrice, Eleonora Mazzoni, è stato consigliato di aprire un account Twitter [@ledifettose] per il quale ha ricevuto un supporto di avvio e monitoraggio. Ora lo gestisce perfettamente ed in totale autonomia :)

Guest post | Arianna Agostini, Social media addicted, mamma e startupper