Il ritorno sull’investimento arriva dall’e-commerce?

Il settore dei prodotti di bellezza sembra resistere alla crisi, secondo i dati del Beauty Report 2013, elaborato da Ermeneia per Unipro, l’Associazione Italiana delle Imprese Cosmetiche, l’anno scorso il fatturato in Italia ha superato i 9,6 milioni di euro e in cima alla lista delle vendite c’è le linee per il corpo, seguita da creme e lozioni per la cura del viso e dagli articoli destinati ai capelli.

Dopo anni di investimenti nei media digitali, L’Oreal è ora alla ricerca di un più diretto ritorno sull’investimento e sta puntando al commercio elettronico.

Secondo quanto riportato dalla stampa francese L’Oreal dovrebbe lanciare a breve prodotti eslusivi per web e social media, oltreché un suo portale dedicato alla vendita online di prodotti cosmetici. In una prima fase la distribuzione sarà limitata al mercato francese, mentre in un secondo momento ci sarà un ampliamento verso altri paesi.

Chiaramente il web non stravolgerà la strategia di vendita del colosso francese. Dall’azienda fanno sapere che la tradizionale distribuzione nei canali retail dei department store e delle profumerie resterà una priorità per L’Oréal Paris. Ma non potrà più non prevedere di soddisfare il consumatore che ama l’acquisto online. D’altro canto già altri gruppi del settore cosmetico hanno esordito con un proprio canale di vendite in rete come Lancôme e Kiehl’s. 

Inoltre l’azienda sta esplorando una serie di modelli di business, tra cui Amazon, ma non avrebbe ancora deciso a quale ispirarsi.

Anche secondo voi il ROI sta modificando le abitudini digital del settore beauty?