Facebook Places vs Foursquare, chi vince?

In giro per la rete tanti scrivono che questo è l’anno della geolocalizzazione, e in tanti hanno iniziato a mettere in competizione i numerosi servizi presenti nella rete, da Gowalla a Foursquare, passando da Facebook Places e Google Latitude.

Dopo il confronto tra Facebook Comments e Disqus oggi mi occupo di Foursquare e Facebook Places per capire quale dei due è il migliore. Purtroppo, se vi aspettate una risposta, vi deluderò scrivendo che non esiste uno migliore poiché ognuno dei due ha un metodo completamente diverso dall’altro.

Foursquare, il gioco.

Si basa totalmente su un’esperienza di gioco, dove ogni giocatore deve acquisire il punteggio più alto facendo più check-in, preferibilmente in posti sempre nuovi. Così chi visita spesso un certo luogo può anche diventarne major, il sindaco, potendo dare consigli e informazioni perché è uno che la sa lunga!

Le applicazioni di Foursquare sono disponibili per qualsiasi dispositivo mobile (iPhone, Android, Palm, Blackberry, Nokia e Windows Phone), sono facili da usare e molto precise. Solo con un telefono Nokia ho avuto qualche difficoltà a individuare correttamente il luogo per un problema con il GPS integrato.

La cosa che mi diverte di più sono le statistiche che permettono di avere tante informazioni su quante volte si è visitato un luogo o una città, in quali giorni della settimana, con chi, ecc. Inoltre, si può controllare la cronologia dei luoghi visitati dai propri amici, i quali possono anche dare consigli sul luogo visitato.

Aggiungo per ultimo l’utilizzo dei badge che rendono più competitivo il gioco, spingendo l’utente a fare check-in con sempre maggior frequenza.

Facebook, l’affare.

L’obiettivo di Facebook si discosta subito dal gioco vero e proprio per avvicinarsi sempre di più al business, offrendo al proprietario del luogo l’occasione di associare la posizione alla propria pagina Fan. In questo modo si possono offrire coupon (tramite Facebook Deals), promozioni, e si può interagire direttamente con l’utente.

L’ utilizzo del sistema ha ancora molte lacune rispetto a Foursquare, partendo proprio dalle applicazioni non disponibili per tutti i dispositivi per arrivare alle statistiche inesistenti.

L’unico vantaggio di Facebook a mio parere è che si ha la possibilità di fare conoscere la propria posizione anche a quelle persone che non sensibili all’idea di geolocalizzazione, ma per il resto ritengo che Facebook abbia ancora molto da sviluppare per la sua piattaforma, perché non basta solo brevettare per primi il concetto di “check-in” come hanno fatto nel 2007.

E voi? Che esperienze avete avuto con la geolocalizzazione? Qual è secondo voi la migliore piattaforma presente sul mercato?

.