Facebook, non solo Pay per click

La nuova timeline per i brand, e tutti i suoi requisiti, ci ha fatto capire piuttosto chiaramente la vision di una piattaforma in cui i contenuti pubblicitari sono sempre più controllati al fine di non alterare il delicato equilibrio people-based.

In occasione della Marketing Conference Facebook ha dato un annuncio che mischia le carte in tavola agli advertisers, proponendo un modello alternativo all’ormai rassicurante Pay Per Click. Parliamo del Reach Generator, che non si basa sul pagamento per click o impressions, ma propone una fee prefissata per garantirsi il raggiungimento del 70% della propria fan base.

A cambiare sono anche le tipologie di annunci adv e il relativo posizionamento: oltre alla sidebar di destra e gli annunci nei feed della home page, gli annunci verranno visualizzazioni nei news feed da mobile e nella pagina di logout, cercando di riempire spazi meno invasivi per l’end-user e ampliando le possibilità per gli inserzionisti in termini creativi.