Come creare una strategia vincente su Facebook

La tecnologia è in continua trasformazione e anche il mondo dei social media è sottoposto quotidianamente ad una serie di alti e bassi. Ogni tanto qualcuno se ne esce dicendo che i social media sono morti, il giorno dopo invece si legge che l’utilizzo di social network è in continuo aumento.

Ma che idea si dovrebbe fare una persona non “addetta ai lavori”? Per cominciare leggi lavorare come Social Media Manager.

A mio avviso, i social media son qui per rimanere e questa sembra anche essere l’opinione corrente tra i professionisti del marketing, i quali (74%) vedono in Facebook un tassello chiave della loro attività di lead generation.

Come parlare al proprio pubblico di riferimento, clienti e potenziali tali? Leggi come ottenere più like e migliorare l’Edgerank di Facebook. Quali sono gli ingredienti giusti? Leggi come scrivere un post perfetto per l’Edgerank di Facebook. Come si può creare una strategia di marketing vincente su Facebook e quali gli errori da evitare nella comunicazione digital? Partiamo da quest’ultimi:

1) Misurare i dati sbagliati

1000 like. Per i principianti del marketing può sembrare un successo riuscire a raggiungere un numero cosi elevato di fan, ma è davvero cosi? In base agli obiettivi che ci siamo prefissati è importate capire che non tutti i dati sono rilevanti e utili: i KPIs (Key Performance Indicator) vanno definiti strategicamente cosi come gli indicatori da misurare costantemente. Una voce interessante da tenere sott’occhio è invecen PTAT (People Talking About This), metrica ache comprende tutte le attività di condivisione, commenti e like della pagina avvenute nel corso di una settimana. Questo dato è un punto di riferimento per farsi un’idea della popolarità di una pagina e per vedere quanta visibilità “organica” questa riceve.

2) Non ascoltare l’audience

Ogni strategia di social media marketing parte dell’ascolto della propria audience. Per parlare con voce umana, le aziende devono convidere i problemi della loro comunità pubblicando contenuti interessanti per il pubblico, non essendo strettamente autoreferenziali. Ne segue che è fondamentale non impiegare una settimana per rispondere ad una domanda di un vostro fan. Non trascurate i vostri lettori e cogliete ogni opportunità che si presenta per interagire e scoprirne di nuove. Certo anche parlare troppo non fa bene! Un paio di messaggi interessanti e di qualità basteranno a tenere attiva la conversazione.

3) Essere troppo autoreferenziali

Chi gestisce una pagina aziendale è giusto che promuova con immagini e contenuti la propria attività, ma non bisogna mai dimenticare che Facebook è nato ed ha avuto successo perchè crea relazioni, genera conversazioni, sostituendosi al passaparola. Dovrete ben conoscere il vostro target ed essere empatici, cioè capire gli altri, intercettarli e coivolgerli attraverso il content marketing [approfondisci con i Podcast gratuiti su iTunes], sfruttando la logica del dialogo e non della “vetrina”. Una volta creata la strategia editoriale da adottare, non commettete l’errore di scrivere post troppo lunghi: due o tre righe (circa 200 caratteri) semplici, comprensibili, con un messaggio interessante, saranno sufficienti a fornire spunti per conversazioni.

Qual è l’errore che vedete compire più frequentamente dai Brand?

In copertina il Facebook Counter