Facebook Home, come cambia il Mobile? [POST CONDIVISO]

Facebook lancia il progetto mobile Facebook Home, l’interfaccia Android destinata a rivoluzionare un mercato già in rapida evoluzione.

In breve Facebook si “impadronisce” della home del nostro smartphone, le pop-up ci avvertono che un amico ha commentato uno status o ne ha pubblicato uno nuovo, avremo accesso al Messenger con estrema facilità e possibilità di rispondere ad un messaggio senza interrompere altre attività in corso. Di seguito il video ufficiale che presenta tutte le novità.

A questo punto è interessante capire come sta cambiando questo mondo? Per avere uno spaccato capace di raccolgliere le numerose sfumature ci siamo affidati ai nostri blogger, ognuino con la propria sensibilità sull’argomento.

Maria Spadaro

Con la presentazione di Facebook Home e la scelta della tecnologia Android Zuckerberg ha scelto di raggiungere il maggior numero di utenti e di usufruire di una piattaforma che permette maggiori possibilità di manovra. Una scelta che non stupisce più di tanto, ma che segue il mercato. La tecnologia Android finalmente propone un prodotto efficace, disponibile su smartphone “per tutte le tasche”. La supremazia in futuro è della tecnologia Android.

Viviana Ramazzotti

Un quarto del traffico su mobile è diretto ai social, il resto ad attività “funzionali” come internet search, email, messaggi etc. Questo dovrebbe dirci qualcosa su come usiamo il dispositivo e sul mercato delle app in generale: non c’è spazio per tutti a meno che non si sviluppino funzionalità aggiuntive, invece di contenuti, a uno di questi due aspetti.

Per quanto riguarda Facebook Home è una mossa intelligente utile a monetizzare il mercato su mobile, occupando di fatto la home degli utenti e raccogliendo più dati che mai. Resta da vedere quanto invasive saranno le modalità inserzionistiche. Per Android la possibilità di fare finalmente la differenza. Avrà un enorme impatto sulle nuove generazioni di utenti e metterà gli altri nella condizione di trovare modi nuovi di rispondere a questa interfaccia fluida e modulare.

Luca Piras

Non solo app, contenuti ottimizzati e servizi. Il mobile sta diventando sempre più uno stile di vita ed un vero e proprio concentrato di attività ed esperienze, da vivere in ogni contesto geografico e non. Le reti stanno diventando sempre più veloci ed il 4G/LTE è già realtà anche in Italia. Gli operatori, gradualmente, proporranno sempre più traffico dati, a beneficio della fruizione di tutti quei servizi cloud che fanno parte di un ecosistema più ampio.

Andrea Torcoli

La strada intrapresa da Facebook non dice nulla di nuovo su quello che è il trend del mercato online. Sancisce di fatto – ma si era capito benissimo – il passaggio dal web al digital inteso come ecosistema di device sempre più eterogenei. Tuttavia la sfida che dovrà vincere Facebook è sull’offerta dei contenuti, cosa che è nelle mani dei suoi utenti. Probabilmente, il calderone di post/video/contenuti dovranno essere sempre più rilevanti per gli utenti. Zuck ha la missione di settare la sua piattaforma come facilitatore e utility e non più come gossip arena.

Andrea Carnevali

La prima notizia è che Facebook “sposa” Android e contribuisce alla crescita delle sue quote di mercato [ormai prossime al 70% contro il 20% di iOs]. A questo punto Apple dovrà scegliere tra perdersi il target young, ovvero coloro che concepiscono Facebook come il web e la sua estensione mobile, o inventarsi qualcosa di rivoluzionario in grado di attrarli.

La seconda notizia è la diffusione delle chiamate via internet. Sarà probabilmente integrato il sistema Facebook Voip su larga scala che permetterà di chiamare gratuitamente verso “gli amici” mentre per tutti i “non amici” è previsto un costo di chiamata.

Secondo te come stà cambiando il mondo del Mobile? Scrivicelo nei commenti.