Facebook, i contenuti che funzionano sono trash

La portata dei contenuti su Facebook si è ridotta drasticamente nell’ultimo trimestre 2013. Tutti abbiamo pensato che dietro questa improvvisa manipolazione dell’Edgerank ci sia stata la manolesta di Zuck, la quotazione in borsa e azionisti desiderosi di un veloce ritorno sull’investimento, il vero Social ROI.

A distanza di mesi abbiamo accesso a informazioni nuove, Facebook esclude ogni manipolazione e attribuisce la responsabilità di un calo di Reach ai troppi amici e ai like messi a innumerevoli Pagine. Insomma, un classico overload di informazioni.

A supporto di questa tesi stanno girando alcuni dati interessanti che vedono la crescita della portata organica di alcune Pagine. Parliamo di Upworthy, BuzzFeed e Someecards, il grafico che segue è proprio il trend di quest’ultimo [periodo Gennaio-Maggio 2014].

Ignorando per un momento l’EdgeRank, cambiato probabilmente per impaurire chi ha grandi budget da investire, il problema si sposta su un altro piano, quello del contenuto.
Le evidenze mostrano che i contenuti in grado di spopolare su Facebook sono meme, foto pruriginose, false notizie e immondizia varia.

A questo proposito chi ha il coraggio di affermare che Content is King? Piuttosto non sarebbe più corretto dire che Trash is King?