Quag, il motore di ricerca dove siamo tutti storie

Qualche giorno fa postavo sul mio blog un post sull’utilità dell’inutilità in merito al nuovo modo di effettuare le ricerche sul motore Quag. Utilizandolo da un pò di tempo, mi sembra che Quag sviluppi ed approfondisca l’universo di riferimento attraverso le key di ricerca permettendo di esprimere al meglio il portato emozionale di un atto (la ricerca) che di per sè è asettico, trasformandola in un germe di possibili storie di un sistema comunicativo transmediale.

L’esperienza di ricerca che permette Quag, permette di “esplodere” l’universo di riferimento (key di ricerca) in un universo narrativo in cui il “patto narrativo” – il “cosa cerco” assecondato dal “io trovo tu credi” – viene alterato creando al contempo un nuovo atto per un racconto che esplora temi specifici all’interno di un immaginario coerente dato dalla chiave di ricerca che potremmo definire lo StoryWorld, il tema madre da trattare.

Siamo tutti storie, in estrema sintesi. Può una pescheria insegnare come utilizzare al meglio quella che viene definita nello storytelling la “cifra stilistica”? Leggendo l’articolo su La Bottega del Pesce ritrovo tutti gli elementi: fattori estetici (forme, materiali, decori, colori) e fattori culturali (merceologia, innovazione, poetica, metodo). Un approccio del genere scardina lo status quo di una forma di trade mirata alla vendita di una merceologia molto particolare.

Quello che voglio proporvi è questo: gli indicatori che ho su menzionato andrebbero valutati in un diagramma qualitativo sia espressi con immagini significative restituendo così per sintesi iconografica visiva la forza della “cifra stilistica”. L’immagine che vedete è un esercizio partendo dal quale si sarebbe realizzata la realtà de La Bottega del Pesce.

A questo punto abbiamo un ambiente di riferimento, uno StoryWorld da comporre, all’interno del quale, grazie alla nuova formula di relazione e commercializzazione è possibile raccontare tante storie.
Dall’articolo pubblicato in una rivista è possibile comprendere pienamente il mood che questa realtà sta interpretando al meglio.