Oggl, Hipstamatic più social e meno analogico

Oggl, l’ultima applicazione della famiglia Hipstamatic, è stata progettata attorno a due caratteristiche fondamentali: l’editing e lo sharing delle foto.

Editing

Tutti gli utenti Hipstamatic a un certo punto devono fare i conti con lo stesso problema: che obiettivo, pellicola e flash scelgo prima di scattare una fotografia? Infatti non è possibile editare dopo aver fatto una foto.

Ora Oggl ci permette di superare questa limitazione, scegliendo diverse combinazioni, e poi selezionare il miglior risultato. Oggl, infatti, offre la possibilità di avere una panoramica delle possibili combinazioni su una sola foto.

Sharing

Ogni foto potrà essere condivisa sul social network Oggl e avremo la possibilità di seguire ed essere seguiti, più o meno come avviene su tutti i social. Una cosa interessante è che le foto di un altro utente possono essere aggiunte alla nostra collezione e sapere la combinazione usata (lente e film) per riutilizzarla.

Se foste interessati Oggl è gratuito, scaricabile qui [per ora solo ad invito], e viene rilasciato con 5 combo “Preferiti” e pre-caricati: Paesaggio, Cibo, Ritratto, Vita notturna e Tramonto. Hipstamatic ci adebiterà 8.99 euro l’anno se vorremo avere a disposizione il catalogo completo di lenti e pellicole.

Dubbi

A questo punto, da assiduo fruitore di Hipstamatic, vi pongo due domande: avevamo proprio bisogno di un nuovo social di ultra nicchia con funzioni simili ad Instagram [editing e sharing]?
La forza di Hipstamatic è sempre stata quella di riprodurre l’esperienza di una macchina fotografica analogica dove prima scatto e poi vedo il risultato. Che fine farà l’imprevedibilità?

Probabilmente ad entrambe le domande c’è un’unica risposta: la necessità di allargare la community di appassionati che ora conta 4M di utenti nel mondo [fonte: Hipstamatic], qualcuno si scontenterà di certo, ma potra continuare ad utilizzare la “vecchia” app Hipstamatic e farsene una ragione.