Come un freelance dovrebbe utilizzare i social media? [MINIGUIDA]

La scorsa settimana abbiamo parlato dei sei errori da evitare quando si inizia a lavorare come Social Media Manager. In quel caso omettevo un elemento centrale, quello della visibilità necessaria ad ottenere contatti da trasformare in lavori. A questo proposito vediamo come essere presenti nei social media e come beneficiarle analizzando le migliori piattaforme che i liberi professionisti dovrebbero prendere in considerazione.

Come puoi beneficiarne?

 – Dimostrare la vostra esperienza. I social media permettono di mostrare le competenze nel vostro campo in modo semplice e veloce. Ad esempio condividendo le informazioni rilevanti e di valore dimostrerete che siete informati.

Connettersi con i potenziali clienti. La maggior parte dei potenziali clienti sono probabilmente già sui social media. È quindi possibile utilizzare queste piattaforme per costruire relazioni con loro.

Rimanere in contatto con persone interessanti. Hai mai incontrato qualcuno in un workshop, aperitivo o altro? Ecco, con Facebook & co. puoi tenerti in contatto senza fatica.

Conoscere altri freelance. Non lavorate più in un ufficio con altre persone che fanno il vostro stesso lavoro. Sarà quindi utile aggregare “colleghi” che fanno un lavoro simile al vostro quando le attività diventeranno tante e sempre più complicate.

 Quali sono le migliori piattaforme?

LinkedIn, la piattaforma nata per i professionisti. La maggior parte delle grandi aziende hanno una presenza e, negli ultimi anni, è diventata uno strumento fondamentale per trovare lavoro ed essere rintracciati. A questo proposito la funzione più utile è Offerte di lavoro in cui vengono raccolti gli annunci di lavoro disponibili.

– Facebook, la più popolare. E’ probabile che qui troviate tutte le persone che vi interessano. Considerate sempre che questa piattaforma è la più intima e per obiettivi di business esistono Pagine e Gruppi dedicati a chi ha necessità di relazionarsi con altre persone con interessi simili.

Google+, in crescita anche se non ha ancora molti utenti attivi. Va segnalato che quelli che ci sono tendono ad essere smaliziati ed early adopter con un forte focus sulla tecnologia. Anche qui gli strumenti a disposizione sono molti, ad esempio i Videoritrovi, utilizzati molto per la formazione, e Community, simili ai Gruppi su Facebook.

Quora, il più professionale sito di domande e risposte poiché raccoglie partecipanti di alto profilo. Sarete in grado di dimostrare la vostra competenza su un argomento rispondendo puntualmente a domande del vostro settore.

Twitter, permette agli utenti di trasmettere aggiornamenti di stato in 140 caratteri. Di particolare interesse per i liberi professionisti sono i Messaggi diretti che consentono di inviare un messaggio privato direttamente a un utente specifico che si sta seguendo. Da tenerlo in considerazione per approcci rapidi.

E voi come usate i social media? Quali strumenti utilizzate? Scrivetelo nei commenti.