Cos’è e a cosa serve Karma, il neo-acquisto di Facebook

Facebook-piglia-tutto, dopo Instagram e Glancee ora tocca a Karma, l’applicazione di gift-giving per Android e iPhone.

Karma funziona in modo abbastanza semplice: si ricercano dei regali tra scaffali virtuali, e l’inventario sembra buono stando alle partnership commerciali, si sceglie l’oggetto, si scrive una breve cartolina, ed il gioco è fatto.

La cosa fantastica è che, una volta ricevuto il regalo, si può cambiare da subito con qualcosa di virtuale, dello stesso valore, all’interno dello Store, oppure fornire l’indirizzo per la spedizione in caso di un pacchetto reale. C’è anche l’opzione di dare in beneficenza il valore del dono. Il dato interessante è sul mezzo di comunicazione scelto dagli utenti: soprattutto SMS.

Stando infatti ad alcune statistiche, la risposta all’SMS è pressoché immediata, un messaggio su Facebook richiede all’incirca un giorno, mentre una mail ne richiede in media 4-5 per essere letta e ricevere una risposta. Ma a quanto pare ora il social-gifting diventerà davvero social, e gli SMS diventeranno solo un (bel) ricordo.
Nel frattempo che aspettiamo l’apertura di Karma al mercato italiano qui possiamo essere copartecipi dell’entusiasmo dei founders che comunicano l’acquisizione da parte di Facebook.

Photo Credits | lighthouse_keeperess