5 consigli per i brand su Pinterest [MINIGUIDE]

Vi abbiamo già parlato dei motivi per cui i brand dovrebbero iniziare a utilizzare Pinterest come ulteriore elemento della “dieta social”. Ispirati da SocialmediaExaminer, vi proponiamo qui 5 consigli pratici su come gestire la presenza, pur in assenza per il momento di un profilo Pinterest dedicato ai business.

1. Aggiungere il “Pin It” button all’interno del proprio sito per diffondere tra gli utenti il canale Pinterest, è il primo modo per incoraggiare gli utenti a condividere i contenuti all’interno delle Pin Board.

2. Il crowdsourcing è sempre molto efficace per i brand. Chiedete ai fan dei vostri brand di fare Pin sulle foto che li ritraggono con il vostro prodotto o marchio, potrete poi fare repin in una VIP Board, e dare la giusta rilevanza ai vostri migliori clienti.

3. Seguire la netiquette della piattaforma: non limitarsi alla self-promotion, condividere immagini di qualità, citare le fonti dei propri contributi. In generale è importante includere nella propria strategia i contenuti degli altri utenti per instaurare un’interazione, senza limitarsi a fare publishing autopromozionale.

4. Ottimizzare al meglio ogni nuovo pin. E’ importante aggiungere keywords pertinenti e #hashtag alla fine di ogni description #fashion, #style, #dress, etc, tenedo conto pero’ che troppe parole chiave rischiano di essere considerate spam.

5. Pinterest ha ottime funzionalità per collaborare, permette infatti di aggiungere contributor nella propria board. Questo facilita sia l’aggiornamento, in quanto è possibile coinvolgere il team di lavoro, sia il reward di fan particolarmente attivi che possono essere ricompensati rendendoli parte attiva del canale per un determinato periodo di tempo.

E voi come utilizzate Pinterest per il vostro brand?